Corretto comportamento per la conservazione degli impianti

Regolari visite di controllo
E’ assolutamente necessario effettuare regolari visite di controllo, in genere con ricorrenza semestrale, durante le quali il dentista controllerà lo stato degli impianti e delle strutture protesiche come pure l’igiene orale praticata dai pazienti.

E’ universalmente riconosciuto infatti che il controllo della placca batterica sia il fattore principale  per prevenire i processi di distruzione ossea in zona periimplantare. Per questo motivo ancor prima di inserire i pilastri implantari, il paziente deve essere oggetto di adeguato e approfondito addestramento all’igiene orale, illustrando l’uso dei mezzi per praticare l’igiene degli impianti e dei denti residui corredando il tutto di uno scadenzario di controlli e verifiche circa  la sua capacità di eseguire in modo idoneo le necessarie manovre di igiene orale. Da questa capacità e disciplina dipende in larghissima misura la possibilità di far durare nel tempo un impianto correttamente posizionato e protesizzato.

L’impianto rispetto a un dente naturale è più vulnerabile alle aggressioni della flora batterica orale e risente molto prima di una eventuale mancanza di igiene.

Filo-interdentales-300x216

Per questo motivo nell’immediato periodo di decorso postoperatorio si usa consigliare al paziente una igiene domiciliare rigorosa corredata da utilizzo di sciacqui ripetuti con colluttori antimicrobici a base di clorexidina, coadiuvanti nell’abbassare la carica microbica della bocca con particolare riguardo alla zona operatoria.